Toni caldi per una casa contemporanea

Oggi ripensavo alla mia chiacchierata con la padrona di casa e mi è venuto da sorridere; quando le ho detto che volevo pubblicare la sua casa sul mio blog, perché molto bella, sapete cosa mi ha risposto? -Molto bella? Ah! non lo sapevo -. E’ proprio questo aspetto che mi piace del mio lavoro di blogger, scoprire l’umiltà di una persona attraverso la sua casa e  poter dimostrare come dietro la bellezza di una casa ci siano prima di tutto le persone che la vivono, che l’hanno sognata, progettata e realizzata con amore e gusto. Ogni casa è fatta di emozioni, di sentimenti, è fatta di noi, di quello che siamo, è proprio qui che gettiamo le maschere per essere noi stessi fino in fondo, qui esce fuori la nostra vera essenza, la nostra personalità. La nostra casa siamo noi.

Siamo a Rosolini, in un quartiere storico. Mi accerto dell’indirizzo guardando il messaggio sul telefono, parcheggio, suono il campanello, mi guardo intorno e non posso certo immaginare che oltre quel portone si nasconda uno scorcio stupendo come quello che sto per mostrarvi.

 
Eccolo qui il baglio in tutto il suo splendore. Che vi dicevo? Non è un incanto? Non dà forse l’idea di entrare in un’altra dimensione? Una dimensione dal sapore lontano e antico, la Sicilia di una volta, una di quelle case in cui si accedeva dal cortile interno fatto di pietra, piante, luce e sole. Un piccolo scorcio dove sembra rivivere un tempo passato. Mi piace come è stato ristrutturato perché è stata mantenuta la tipicità di allora, la pietra della facciata è quella originale nonostante le dovute migliorie, per le cornici di porte e finestre è stata scelta la pietra di noto, perfetta per creare certe atmosfere, gialla, morbida, antica. Le ringhiere, i lampioni, la finestrella ovale, la scaletta che funge da porta piantine, ogni piccolo dettaglio è stato studiato a perfezione. E non poteva mancare la gatta bianca che come vedrete, ci ha accompagnati durante tutta la visita, quasi a fare lei da padrona.

Entrando, spicca subito la continuità con l’esterno grazie alla bellissima parete in pietra, dove un camino bifacciale si affaccia sui due ambienti della casa, la zona living e la zona dining, separando ma allo stesso tempo unendo l’intero ambiente. Ovviamente, come vi avevo già premesso, eccola lì la gatta – Dai gattina continuiamo il nostro tour? dove ci porti?

La pietra usata per la parete è Bolognino rettificato, mentre per il camino pietra tunisina.

La poltrona Lc1 di Le Corbusier ad angolo non ha bisogno di presentazioni, parla da sé, accanto lampada da terra Twiggy di Foscarini

Divani in pelle bianca nell’angolo conversazione e la gatta che scruta dalla finestra per accertarsi che tutto vada bene.

Ed eccoci passati alla zona cucina e dining, linee essenziali e moderne dai colori neutri.

Cucina Ernesto Meda rovere chiaro, dispensa bianco laccato, sportelli tortora in vetro; tavolo e sedie Calligaris, rispettivamente color bianco e grigio. I punti luce attirano sempre la mia attenzione, soprattutto se si parla di pezzi di design come questi: lampadario Bigbang in plexiglass di Foscarini; sulla penisola sospensioni “Flute” di Franco Raggi per Fontana Arte. Sgabelli Kristalia



Ed ecco a voi la favolosa scala in bianco perlino spazzolato, con ringhiera in acciaio dalle linee ultra moderne, a confondersi con il lampadario che ne riprende le linee.

Davvero carino l’angolo del bimbo che dona un tocco di allegria all’intero ambiente, a dimostrare che ogni spazio della casa può essere a prova bambino; altro che disordine e confusione, viva i giocattoli e la creatività.

Nel piccolo bagno per gli ospiti curato nei dettagli, è stata utilizzata nuovamente la pietra, questa volta si tratta di arenaria, in contrasto con i colori accesi dei quadri stravaganti e grintosi.



Salendo al piano superiore verso la zona notte, vediamo ancora due scorci molto interessanti.

Non potevo non far cadere l’attenzione sulle bellissime ceramiche Bardelli rappresentanti le nudità stilizzate di uomo donna.


a

a

a

a

a

a

a

a

a

a

a

a

a

a

Ed ecco per finire uno scorcio della camera da letto: sospensione “Castore” di Artemide, letto Twils

Lineare, essenziale, ma anche ricca di dettagli e pezzi importanti, questa è la casa di oggi, bella dentro e fuori e voi che ne pensate? La gatta ci saluta accompagnandoci all’uscita.

a

a

Lascia un commento